Piceni nel Mondo | Persone e storie diverse che hanno un’unica origine: il Piceno

Piazza Arringo, San Biagio

Piazza Arringo con la chiesa di San Biagio
Condividi:

La chiesetta di San Biagio sorgeva a Piazza Arringo, nei pressi della Cattedrale e di fronte al Battistero. Faceva angolo con Via dei Bonaccorsi. Di antica origine (si trova citata già in un Bollario del 1332), essendo ridotta in pessime condizioni, nel 1569 il vescovo Pietro III Camajani la fece restaurare dalle fondamenta e vi insediò la Confraternita del SS. Sacramento, che aveva il compito di accompagnare il Viatico nelle parrocchie del Duomo, di S. Gregorio e di S. Vittore. Questa Confraternita l’aveva fondata il vescovo Filo Roverella nel 1543 e collocata nella nuova chiesa di S. Lucia, da lui fatta erigere nei pressi della Cattedrale dopo che l’altra, con lo stesso titolo, che si trovava in Piazza del Popolo accanto al Palazzo Anzianale, era stata demolita nel 1543 perché gravemente danneggiata dall’incendio del palazzo stesso del 1535. Poi anche questa chiesa era stata abbattuta perché ricadente nell’area in cui sorse il Seminario vescovile.

Nel 1887 la chiesa cadde sotto i colpi del piccone, forse perché era andata nuovamente in rovina. D’altra parte la sua posizione turbava l’armonia architettonica della piazza e copriva la visuale del Battistero.

II suo interno era completamente affrescato da Gaspare Gasparrini di Macerata, allievo del Pomarancio: alle pareti erano effigiati i dodici Apostoli e, fra essi, Mons. Camajani, nelle lunette della volta figuravano i Profeti, nella tribuna era rappresentata la Pietà con le Marie e S. Biagio.

Gli ascolani, quando è il povero a donare al ricco, dicono ironicamente: “San Biace fa la caretà a lu Dome” date le modeste dimenzioni che aveva la chiesa rispetto all’adiacente Cattedrale

Tratto da “Chiese ascolane perdute” di Giuseppe Marinelli

Resta in contatto con noi iscrivendoti alla newsletter di Piceni nel mondo

Resta in contatto con noi

Hai un legame con il Piceno? Sei in contatto con piceni che vivono all'estero?
Vuoi semplicemente maggiori informazioni?
Iscriviti alla newsletter: ti aggiorneremo costantemente
fino al lancio ufficiale del progetto!

* Campo obbligatorio
Scrivici una mail per avere maggiori informazioni il team di Piceni nel mondo risponderà il prima possibile

E-mail: info@piceninelmondo.com