Piceni nel Mondo | Persone e storie diverse che hanno un’unica origine: il Piceno

Un vestito… a regola d’arte!

Madonna della Candeletta, paticolare
Condividi:

Vi siete mai chiesti come vestivano le nostre antenate ascolane? Se non volete perder tempo a fare ricerche noiose in carlo-crivelli-montefiore-dell'-aso-maria-maddalenaarchivio, basta ammirare i capolavori degli artisti del passato: Crivelli, Cola dell’ Amatrice, sono testimoni della moda del loro tempo.

La situazione è tuttavia più complicata di quello che sembra: perché dal Medioevo entrarono in vigore delle leggi che  imponevano alle donne ascolane di vestirsi “in un certo modo”, provocando il malcontento delle signore che si vedevano costrette a non poter indossare pellicce, ampie scollature o decorazioni preziose tra i capelli, per mantenere il dovuto decoro. Crivelli ci mostra però che nel ‘400 i divieti promossi dal Consiglio degli Anziani venivano trasgrediti dalle donne ascolane con aspre proteste. La situazione peggiora nel ‘600 quando l’esuberante sviluppo dei motivi curvilinei che si vede nei monumenti del tempo si riflette anche nell’abbigliamento: le autorità non sanno come combattere in questi anni l’uso di stoffe vistose a fiori variopinti o ricercati accessori come i ventagli di struzzo. Ci pensa il Cardinale Legato che pone il divieto di indossare dopo l’ “Ottava di Pasqua” del 1598 abiti troppo vistosi. Anche in questo caso la civetteria femminile ha la meglio!

Dopo il 1668 non vennero più proposte leggi di questo tipo e le donne ascolane poterono andare abbigliate come volevano: acconciature incipriate e stoffe variopinte nel ‘700, l’abbandono di fronzoli eccessivi e poco pratici nell’800.

Resta in contatto con noi iscrivendoti alla newsletter di Piceni nel mondo

Resta in contatto con noi

Hai un legame con il Piceno? Sei in contatto con piceni che vivono all'estero?
Vuoi semplicemente maggiori informazioni?
Iscriviti alla newsletter: ti aggiorneremo costantemente
fino al lancio ufficiale del progetto!

* Campo obbligatorio
Scrivici una mail per avere maggiori informazioni il team di Piceni nel mondo risponderà il prima possibile

E-mail: info@piceninelmondo.com